Ci avevano accusato di essere allarmisti, ma il tentato stupro nel sottopasso di Cesena c’è stato. Sventato grazie allo spray al peperoncino.

Ci sono le immagini in mano alla Polizia municipale di Cesena che ha impiegato qualche giorno per estrapolarle anche perché di mezzo c’era la Fiera di San Giovanni.

Nelle immagini riprese nel sottopasso Ausl, vicino alla stazione ferroviaria di Cesena, si vede un ragazzo di colore che spinge una giovane nella rientranza. La spinge verso il muro. In quel mentre passa una donna che estrae il peperoncinio e mette in fuga lo stupratore. 

La notizia era stata riportata dal nostro sito Romagnauno grazie alla segnalazione fatta sulla pagina Facebook CesenaSicura da una donna che era a conoscenza dei fatti.

Siamo stati attaccati duramente dai colleghi giornalisti, ma anche su Facebook, per avere pubblicato la notizia.

Addirittura c’è chi metteva in guardia al fine di evitare delle denunce per procurato allarme. Purtroppo era tutto vero. C’è un’indagine che procede d’ufficio. Non c’è la denuncia della vittima che è stata spinta nella rientranza da un ragazzo giovane, perché la ragazza non si trova. Ed è difficile pure decifrare il volto dell’aggressore. La Polizia di Stato che ha lavorato al caso ha trovato invece la donna che l’ha soccorsa, ma questa chiaramente non può fare la denuncia. Quindi, anche se non c’è la denuncia, il fatto si è verificato.

Peccato che un fatto del genere, a Cesena, non sia stato riportato dalla stampa, forse sarebbe servito ad aiutare le indagini. Noi di Romagnauno siamo piccoli e la nostra notizia la leggeranno non troppe persone, ma se i grandi giornali la scrivessero, forse l’informazione sarebbe molto utile, come avvertimento e raggiungerebbe anche l’interessata, una ragazzina giovane che ha subito questa violenza, nell’indifferenza della città.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.