Capriolo sbranato da lupi in via Celicondia, nelle colline di Cesena. Il macabro ritrovamento – i resti del povero animale – è stato fatto nella mattinata di oggi da una cesenate, M.D., che ha postato le foto sul gruppo Facebook “Sei di Cesena se”, e ha fotografato anche le impronte lasciate dal lupo. Ma, la cosa più inquietante, è una testimonianza di un’altra persona che scrive della carcassa di un lupo a terra vicino al cimitero di San Tomaso. Sempre nella stessa zona dove è stato trovato il capriolo. Che i lupi si avvicinino sempre più ai centri abitati, ormai è cosa nota, ma, solitamente il periodo è quello invernale, quando stentano a trovare cibo per sfamarsi. In questo periodo, non si erano ancora verificati casi. Certo è che il lupo, essendo un animale protetto, è tutelato dalla legge; in questi giorni se ne sta parlando molto, visto l’episodio accaduto nella Provincia di Rimini. Ma, è anche un animale che dalla notte dei tempi fa paura al genere umano; questo però non giustifica in alcun modo la ferocia che ha avuto l’animale “a due zampe” nel riminese. CF

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.