Diamo l’arrivederci al caldo e al bel tempo ma soprattutto diamo il benvenuto alle grandi piogge e soprattutto alla neve, la quale, cadrà davvero abbondante sui monti. Insomma, cambia lo scenario meteo sul nostro Paese, e fortemente in peggio. Ma cerchiamo di vedere nel dettaglio cosa succederà nei prossimi giorni.

Siamo alla vigilia di un importante e serio peggioramento che tra qualche ora giungerà sull’Italia determinando un’ondata di maltempo a più riprese su tutte le regioni mettendo fine al grave problema della siccità al Nord. Oltre alla pioggia tornerà anche la neve sulle Alpi e sulle cime più alte dell’Appennino Settentrionale. Gli effetti del peggioramento sono già in atto e visibili dall’immagine del satellite attuale che conferma una nuvolosità compatta e sterile su tutta la Penisola. Secondo gli esperti di Il meteo.it diverso discorso per le due isole dove, specie in Sicilia, sono in atto delle piogge. I aree maggiormente colpite dalle precipitazioni risultano essere quelle dei settori Sud-Orientali dell’Isola compresi tra le province di Siracusa, Catania e Enna. Piogge anche sul Palermitano e a tratti sul territorio d’Agrigento. Nel corso delle prossime ore assisteremo ad un ulteriore peggioramentodelle condizioni meteorologiche. Sono in arrivo precipitazioni , provocate da un vortice instabile ad Ovest del Mediterraneo su, Sardegna e arco Alpino con nevicate oltre i 1500-1600 metri di quota. Poi, le piogge inizieranno ad interessare tutto il NORD con intensi temporali e piogge con punte fino a 100 mm/h.

Il meteo.it non esclude inoltre delle grandinate non appena transiterà il nocciolo freddo sull’Italia Settentrionale. E’ solo l’inizio della lunghissima fase di maltempo che caratterizzerà la nostra Penisola, da Nord a Sud, per tutto l’arco della settimana. Situazione pericolosa da monitorare minuto dopo minuto. Si attiveranno inoltre forti venti su tutti i bacini: sul Tirreno inizierà a soffiare il Maestrale mentre sull’Adriatico e lo Ionio arriverà lo Scirocco e il Libeccio con raffiche fino agli 80 km/h.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.