Prosegue il tour internazionale di Macfrut con le missioni in Uzbekistan e Kazakistan. Il primo appuntamento si è svolto a Tashkent (Uzbekistan) alla presenza di oltre 100 partecipanti, in rappresentanza di imprese di produzione, esportatori, importatori, Università e Istituzioni.

L’evento, organizzato dal Consorzio Cermac e da Macfrut, è stato l’occasione per presentare la prossima edizione della Fiera internazionale dell’ortofrutta (Rimini, 9-11 maggio 2018) e per promuovere la filiera ortofrutticola italiana, in particolare tecnologie e vivaismo che in Uzbekistan hanno trovato un importante mercato di sbocco. Presenti all’evento le imprese italiane Rinieri, Ferrari Costruzioni, Forigo, TR Turoni, Ing. Rossi, Infia, Unitec, Fruit Control Equipment.

L’Uzbekistan è uno dei paesi dell’Asia Centrale dove l’ortofrutta, negli ultimi anni, si è fortemente sviluppata: l’export è passato dalle 279.000 tonnellate del 2012 alle 818.000 tonnellate del 2016, sfruttando anche il blocco delle importazioni dall’Europa nel loro principale mercato, la Russia. Tradizionale esportatore di uva da tavola e di pomodori da mensa, negli ultimi anni l’Uzbekistan ha sviluppato la produzione delle ciliegie – di cui è uno dei primi cinque produttori mondiali – mele, drupacee e meloni.

Nel 2017 hanno partecipato a Macfrut sei imprese uzbeche, nel 2017 si prospetta una presenza molto più numerosa visti i buoni risultati e il grande interesse per il settore.
La missione proseguirà ad Almaty in Kazakistan, dove è prevista una ulteriore presentazione di Macfrut.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.