Meglio un morto in casa che…una squadra marchigiana alla porta. Oggi come ieri. Sì perché, anche in questo anno nuovo, la musica non è cambiata: così come nel 2019, questo ‘povero’ (anzi, poverissimo) Cesena, soffre come un cane quando di fronte a se trova squadre delle Marche. La Samb come il Real. Il Fano come il Barcellona. La Vis come l’Atletico Madrid. E mi fermo qui…
KAMIKAZE – Dunque, così come era successo all’andata, la già attapirata truppa di Modesto si è dovuto inchinare nuovamente alla davvero…modesta Vis Pesaro. A settembre, i bianconeri, si era arresi al Manuzzi dopo essere andati in vantaggio (1-2). Questa volta, invece, il Cesena il gollettino non è nemmeno riuscito a segnarlo. Uno a zero il risultato finale in favore della band di Pavan. A decidere è stato un calcio di rigore trasformato da Lazzari al 21’ e concesso dopo un intervento da kamikaze di Maddaloni.
IN RITARDO – Si poteva fare meglio, al Benelli. Si doveva fare meglio. E chissenefrega se la Vis, in porta, aveva quel signor portiere che risponde al nome di Puggioni (strepitosa la prova offerta dall’ex Sampdoria). Ha deluso su più fronti, il Cesena. Sia a livello corale (primo tempo timidino, possesso di palla sterile, il forcing finale è cominciato a scoppio ritardato). Sia a livello di singoli (Butic da ‘Chi l’ha visto?’, Russini evanescente, Sabato nel contropiede finale che ha rischiato di portare il 2-0 si è fatto saltare come un birillo, di Maddaloni abbiamo già detto pocanzi…).
ANCHE LUI – Come se non bastasse, anche il mister, ci ha messo del suo (ma è possibile, con la tua squadra sotto, effettuare i primi cambi soltanto al 72’? Suvvia…). E adesso? Che si fa? Si aspetta di vedere i ‘botti’ finali di calciomercato (sto scherzando, ovviamente: dall’Imolese potrebbe arrivare Padovan…). Ci si consola con quello che si ha in casa (Zampano sta cominciando ad ingranare, Valeri e De Feudis restano due certezze). In attesa di tempi migliori. Tempi che, lo ribadisco ancora una volta, forse non arriveranno mai. Anno nuovo, solita solfa…
Flavio Bertozzi
 
VIS PESARO–CESENA 1-0
VIS PESARO (3-4-1-2): Puggioni 7,5; Gennari 6, Lelj 6, Farabegoli 6,5; Nava 6, Paoli 6,5, Botta 6 (44′ pt Gabbani 5,5), Tessiore 6; Marcheggiani 6,5; Pannitteri 6 (11′ st De Feo 5,5), Lazzari 7 (11′ st Misin 6).  A disp.: Bianchini, Romei, Gomes Ricciulli, Di Nardo, Adorni, Ejjaki, Tascini, Malec.  All.: Pavan 6,5.
CESENA (3-4-2-1): Marson 6; Ciofi 6, Maddaloni 4 (42′ st Zecca sv), Sabato 5; Zampano 6,5, De Feudis 6 (27′ st Rosaia 6), Franco 5,5, Valeri 6,5; Borello 6, Russini 5 (27′ st Zerbin 5,5); Butic 4,5.  A disp.: Agliardi, Stefanelli, Brignani, Giraudo, Capellini, Cortesi, Franchini, Pantaleoni.  All.: Modesto 4,5.
ARBITRO: Luciani di Roma 5,5.
RETI: 21′ pt Lazzari (R)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.