Due nuclei famigliari tutti parenti fra loro sono finiti in carcere per spaccio di sostanze stupefacenti tra Cesena e Gambettola. L’operazione “New Town” della Polizia si Stato ha individuato un centro di spaccio di sostanze stupefacenti gestito da un nucleo familiare. Sei persone sono finite in carcere e due sottoposte a obbligo di presentazione. Fra gli arrestati portati in carcere, cinque sono dello stesso nucleo famigliare e uno è un ivoriano vicino di casa che faceva parte del giro. Si tratta di soggetti tra i 22 e i 54 anni uno dei quali già conosciuto alla giustizia per un episodio del 2016.  Si tratta di Rosa Speranza di 56 anni e Gennaro Frascogna di 37 per Gambettola. Vincenzo e Giovanni Straiano di 22 e 25 anni, Ciro Straiano, il padre di 54 anni e la moglie Patrizia Speranza di 45.

L’indagine era partita lo scorso novembre e terminata lunedì scorso, con l’esecuzione di 8 misure di custodia cautelare. Si tratta di persone tutte appartenenti alla stessa famiglia, di origine campana, che risiedevano in due case poco distanti tra loro, tra Cesena e Gambettola. Erano tutti attivi, dai genitori ai figli e ai parenti. Tutti gestivano lo spaccio, che avveniva direttamente dentro la loro abitazione. Bastava telefonare e ordinare la cocaina. Una cinquantina i clienti fissi che acquistavano le dosi di cocaina a 80 euro l’una. In una settimina gli spacciatori riuscivano a piazzare anche tre etti di cocaina.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.