Si chiamava Daniela Persano, 60enne turista di Longiano della provincia di Forlì Cesena, la vittima dell’ondata d’acqua che nel pomeriggio di oggi mercoledì 3 luglio attorno alle 13.50, dopo una fitta grandinata, ha invaso il rio San Nicolò, in val di Fassa.

L’onda d’acqua è arrivata improvvisa proprio nel momento in cui un gruppo di quattro persone stava attraversando il rio, in un punto in cui il corso d’acqua è più stretto. La donna era l’ultima del gruppo: mentre i compagni sono riusciti a passare indenni, lei è stata travolta e trascinata via davanti agli occhi del marito. Sono stati i compagni di escursione a chiamare il Numero unico per le emergenze 112, poco prima delle 14, vedendola scomparire improvvisamente tra le acque torbide del corso d’acqua, aumentato di portata in seguito alle forti precipitazioni.

Il corpo della donna è stato ritrovato circa 300 metri più a valle: purtroppo il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso della sfortunata escursionista. La salma è stata quindi portata alla camera mortuaria di Pozza di Fassa, mentre i Vigili del Fuoco ed i soccorritori accompagnavano a valle i compagni di escursione, insieme ad una ventina di gitanti, rimasti bloccati in valle dal fortissimo temporale e da piccoli smottamenti.

Al momento della tragedia, nella zona c’era un forte temporale, con pioggia intensa e grandine.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.