E’ morto questa sera, domenica 31 maggio, Tinin Mantegazza. “Cesenatico – dice il sindaco Matteo Gozzoli –  perde un artista, un creativo incredibile e sopratutto un uomo in grado di aprirci gli occhi e di farci vedere il mondo sotto prospettive diverse”. Tinin Mantegazza (Varazze, 1931) ha cominciato prestissimo a disegnare sotto l’influenza del gruppo del “Corriere dei Piccoli”. Scrittore, pittore, scenografo, ha dedicato ai ragazzi molti suoi progetti per il teatro e la televisione. Nel 1985 ha ideato e realizzato il pupazzo Dodò, protagonista della trasmissione Rai “L’albero azzurro”. Per Gallucci ha illustrato Il mistero dei bisonti scomparsi. Tinin Mantegazza è stato uno fra i promotori del Presepe della Marineria di Cesenatico.

Un anno fa, alla sua carriera artistica, e alle sue invenzioni, il Comune di Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, aveva dedicato una mostra, a ingresso gratuito, in collaborazione con la Fondazione Tito Balestra onlus e Accademia Perduta/Romagna Teatri.

“Nell’esprimere le mie condoglianze – dice il sindaco Gozzoli – unite a quelle dell’amministrazione comunale, alla moglie Velia, lo voglio ricordare così, sorridente nel giorno in cui abbiamo riacceso la sua “vela di luce” che illumina la darsena e dalla quale ci saluterà ogni giorno sul far della sera, quando il sole lascia il campo alla notte colorata dalle sue mille luci a forma di vela”.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.