“Sono orgogliosa di aver ospitato a Tredozio Uto Ughi, uno dei massimi esponenti della scuola violinistica italiana, erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire nel nostro Paese le prime scuole violinistiche e artista di respiro internazionale, che si è esibito nelle più importanti capitali europee ed ha suonato in tutto il mondo, ei principali festival e con le più rinomate orchestre sinfoniche. Sono onorata di poter rendere omaggio alla sua carriera e sono fiera di poterlo fare a Tredozio: da tempo l’amministrazione sta cercando di riqualificare il nostro piccolo paese come culla della cultura e dell’arte”. Così Simona Vietina, sindaco di Tredozio, durante la consegna del premio alla carriera a Uto Ughi consegnato domenica 7 luglio nella cornice suggestiva di Palazzo Fantini a Tredozio, nell’ambito degli eventi in cartellone per Emilia Romagna Festival.

“In momento di crisi culturale e valoriale come quello attuale – prosegue Vietina – l’arte, come quella creata dal Maestro Ughi, è strumento potente per risvegliare animi e coscienze, provocando ammirazione e meraviglia negli uomini e parlando a cuori e anime attraverso un linguaggio universale, che trascende il tempo e lo spazio”.

“Occorre però non fermarsi alla meraviglia ma impegnarsi affinchè questa si diffonda. È per questo che la mia amministrazione è fortemente impegnata sul fronte culturale e artistico: questo evento – conclude il sindaco – dimostra a che livello di eccellenza si può puntare quando si lavora con passione, dedizione e a stretto contatto con il territorio. Un’ulteriore dimostrazione la avremo il prossimo fine settimana che sarà interamente dedicato al Festival di Poesia in onore della poetessa tredoziese Maria Vittoria Fabbroni, paladina ante litteram dei diritti delle donne e ancora oggi pubblicata anche in America e Asia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.