I truffatori delle case vacanza fantasma colpiscono ancora. Ma la Questura di Reggio Emilia ha individuato una donna e un uomo, entrambi napoletani, ritenuti responsabili di avere intascato una caparra, sparendo poi nel nulla. La vittima, una donna residente nella bassa reggiana si è rivolta alla Polizia di Stato che è risalita alle persone che le avevavo proposto l’affare andato a vuoto.
I due, un uomo di 68 anni e una donna di 41 sono stati denunciati a piede libero e dovranno rispondere davanti l’Autorità Giudiziaria. 
L’operazione è stata illustrata in una conferenza stampa dal vicequestore aggiunto Claudia Ruffino,  ed è stata occasione per ribadire alcune cautele da seguire quando si vuole affittare una casa di vacanza on line. Prima di tutto affidarsi alle piattaforme telematiche più conosciute e sicure, diversamente prestare molta attenzione alle modalità di pagamento, privilegiando il bonifico via Iban.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.