Mentre godeva di permessi e congedi straordinari retribuiti per assistere uno zio disabile, è andata in vacanza con il marito alle isole Cayman. Di questo è accusata una donna, dirigente medico dell’ospedale di Porretta Terme, sull’Appennino bolognese, denunciata dalla Guardia di Finanza per truffa ai danni dello Stato.

I permessi erano stati presi tra il 2016 e il 2018 in periodi in cui il parente era ricoverato in strutture pubbliche, circostanza che tra l’altro, per legge, ne fa perdere il diritto. Con accertamenti in un’agenzia viaggi e sentendo testimoni è stato ricostruito poi che lo scorso anno, tra marzo e giugno, la dipendente dell’Ausl era andata in vacanza utilizzando 20 giorni di congedo straordinario. Durante il periodo all’estero le condizioni dello zio si sono aggravate fino alla morte e si è scoperta l’ingiustificata assenza dal lavoro, con conseguente avvio di procedimento disciplinare. Denunciato pure il marito, anch’egli medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.