Esplosione in un distributore sulla Salaria, due morti (Il Video)

Un’esplosione si è verificata in un distributore di carburante sulla via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, nel Reatino. A esplodere è stata un’autocisterna piena di liquido infiammabile all’interno della stazione di servizio, provocando un incendio. Il bilancio è didue morti e 17 feriti tra cui sei gravi. I coinvolti sono addetti del distributore, soccorritori dell’Ares 118 e vigili del fuoco.

Le vittime sono un pompiere di 50 anni, Stefano Colasanti, in servizio nel distaccamento di Poggio Mirteto, e un uomo che al momento dell’esplosione dell’autocisterna di Gpl si trovava per curiosità nei pressi del distributore. Il pompiere non era nella squadra di soccorsi giunta sul posto, ma era diretto a Roma e si è fermato quando ha visto l’incendio per aiutare le persone coinvolte. Con ogni probabilità è stato investito dalla seconda deflagrazione. La seconda vittima si era fermata con al sua auto in una via ad una decina di metri dalla pompa di benzina, quando è stata investita dalle fiamme della seconda deflagrazione che ha scaraventato l’autocisterna lontano dal distributore.

Esplosione partita dall’autocisterna – A confermare il bilancio e la dinamica dell’incidente è il questore di Rieti, Antonio Mannoni: “L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio. C’è stato un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione”, ha detto. “Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed e’ stato investito dall’esplosione”, ha aggiunto il questore.

Mezzo sbalzato per una decina di metri – L’onda d’urto è stata così forte da sbalzare l’autocisterna per una decina di metri proiettandola su una strada vicina. Due auto e un furgone che si trovavano in quella strada sono state distrutte dalle fiamme. I feriti avrebbero riportato ustioni e fratture.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.