Evasione da film, nella notte, per due detenuti del carcere di Carinola, artefici di una clamorosa evasione di cui si è avuta notizia questa mattina. Ervis Markja e Adriatik Geka, entrambi albanesi e sui vent’anni, sono riusciti a farsi beffe del sistema di sicurezza e dei sorveglianti e sono scappati dal penitenziario a quanto pare intorno alle tre, segando le sbarre e calandosi con le lenzuola sotto una pioggia battente. Qualche ora dopo è scattato l’allarme e ora è caccia all’uomo in tutta Italia. Il primo intervento sul posto è stato dei carabinieri, ma ora anche la polizia è coinvolta nelle ricerche.

La casa circondariale di Carinola, come hanno sottolineato alcune sigle sindacali della polizia penitenziaria, è da tempo sguarnita del personale e mancano allarmi perimetrali. A diffondere la notizia dell’evasione il segretario regionale dell’Uspp (Unione sindacale polizia penitenziaria) Ciro Auricchio e il segretario nazionale Giuseppe Moretti, che denunciano “le condizioni di estrema precarietà e scarsa sicurezza in cui versano molti istituti campani, tra cui quello di Carinola, fortemente sotto organico; mancano all’appello, rispetto alla pianta organica, almeno 60 agenti”. “Siamo stanchi di una politica cieca e lontana dalle reali esigenze operative del Corpo di polizia Penitenziaria – afferma Moretti – auspichiamo una svolta affinché l’allarme da troppo tempo ormai levato sia finalmente recepito da politiche di sostegno sia in termini di potenziamento degli organici che di decongestiomamento del sovraffollamento”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.