È una vicenda tristissima che non potrà che danneggiare e la famiglia Grillo, soprattutto l’incriminato Ciro, e il Movimento 5 stelle. Si capisce il dolore di un padre che, disperato, vuol difendere un figlio da una presunta vicenda di stupro ma non sono questi i toni estremamente sguaiati e l’uso del garantismo a senso unico di una persona notoriamente anti-garantista. E poi le parole violente nei confronti della giovane verosimilmente stuprata trattata come un gioco con cui divertirsi. Diciamo che ragazze che si trovano in una situazione così si mettono in posizione rischiosa ma vanno difese fino a prova contraria . Una vicenda pessima che ha dato un’altra volta dimostrazione della pochezza dei vertici dei 5 stelle.

Alessandro Bovicelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.