Madre e figlio trovati morti in casa. La scoperta fatta da carabinieri e vigili del fuoco è stata fatta nel Reggiano, a Cadelbosco Sopra in provincia di Reggio Emilia. Il corpo della donna, 81 anni, era mummificato: i vicini non la vedevano dallo scorso giugno e il figlio si sarebbe tolto la vita pochi giorni fa.

I cadaveri erano all’interno di un appartamento in via Gabella del paese reggiano: quello della donna era mummificato ed era stato composto in un letto. Si tratta del corpo di Adriana Caffarri,  anni morta con ogni probabilità almeno 5 mesi fa. Il  secondo cadavere è del figlio, Mauro Culzoni, disoccupato 54 enne che si sicuramente si è tolto la vita nel week end scorso.

Dopo una prima breve indagine dei carabinieri che hanno sentito i vicini di casa, Adriana non si era più vista dalla scorsa estate, a giugno. E il figlio alle domande dei paesani che chiedano come stesse la signora, rispondeva che era in una casa di riposo a Modena. Ma alcuni non avevano creduto a questa versione e avevano allertato i carabinieri i quali la scorsa settimana, avevano contattato Culzoni ricevendo da lui rassicurazioni. All’invito dei carabinieri di portare la signora in caserma per un saluto, l’uomo ha risposto che lo avrebbe fatto al più presto. Forse sentitosi scoperto, che non aveva denunciato la morte della madre, si è tolto la vita. I carabinieri sono così andati in via Gabella e non trovando nessuno hanno chiamato i Vigili del Fuoco che hanno aperto la porta. Poi la scoperta. Non è escluso che uomo, disoccupato, sfruttasse la pensione della donna per vivere e per questo non aveva dichiarato la morte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.