E’ stato ritrovato senza vita da un’unità cinofila del Soccorso Alpino e Speleologico dell’Emilia Romagna, intorno alle 3 di questa mattina, il corpo dell’escursionista disperso dalla sera di mercoledì sull’Appennino Reggiano, nel gruppo montuoso dell’Alpe di Succiso (Comune di Ventasso) . L’allarme è stato dato dalla moglie dell’uomo, un parmigiano di cinquantacinque anni (S.B. le sue iniziali), non vedendolo rincasare dall’escursione nella zona del Monte Casarola. E’ stata proprio una foto mandata dall’uomo alla consorte qualche ora prima, in cui era chiaramente riconoscibile la vetta della montagna, a far convergere nella zona le ricerche, a cui hanno partecipato, oltre ai tecnici del Soccorso Alpino, anche i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. Nella notte, una squadra cinofila del SAER ha purtroppo rinvenuto il corpo dell’uomo, in prossimità del Passo di Pietra Tagliata, non distante dalla via ferrata; il corpo dell’uomo è stato recuperato questa mattina da un elicottero dei Vigili del Fuoco e trasportato dapprima al campo sportivo di Castelnovo Monti per gli adempimenti medico-legali e quindi all’obitorio dell’Ospedale di Castelnovo Monti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.