Avrebbe investito e ucciso il fratello per ereditare da solo una villa di proprietà sua e della vittima. E’ successo martedì pomeriggio a Massa, nel parco di Villa Massoni, una storica residenza risalente al Seicento. Le forze dell’ordine hanno arrestato Marco Casonato, ritenuto il responsabile dell’investimento del fratello Piero che ad avviso degli investigatori sarebbe stato intenzionale.

Movente del delitto sarebbe appunto la villa contesa per la proprietà di cui il presunto omicida era il custode giudiziario. I due, secondo quanto ricostruito, avrebbero avuto diversi litigi, ultimo dei quali per alcuni lavori di ristrutturazione che sarebbero stati richiesti solo da Marco e osteggiati invece da Piero Casonato. Quest’ultimo sarebbe stato investito con l’auto.

La villa da tempo versa in condizioni di degrado, tanto che c’erano state anche proteste degli abitanti del luogo e del comune, nonché l’intervento della sovrintendenza ai beni storici che aveva sollecitato lavori di recupero. L’investimento nel parco sarebbe avvenuto verso le 16 e a dare l’allarme sarebbero stati gli operai presenti nel parco della villa. L’edificio è stato posto sotto sequestro dalla Procura. L’ultimo episodio in cui sarebbero emersi gli attriti tra i due fratelli era legato appunto ai lavori di ristrutturazione che erano stati richiesti da Marco Casonato ed ostacolati da Piero. L’edificio storico risale al ‘600 e negli ultimi mesi erano stati autorizzati i lavori di messa in sicurezza, dopo che entrambi i fratelli erano stati messi sotto inchiesta per danneggiamento al patrimonio archeologico. La villa, infatti, era stata lasciata in condizioni di assoluto degrado tanto da scatenare le proteste degli abitanti del luogo e l’intervento del Comune e della stessa sovrintendenza ai beni storici che aveva sollecitato lavori di recupero. A lanciare per primo l’allarme portando all’intervento delle forze dell’ordine e di un’ambulanza, era stato uno degli operai presenti nel parco con sede provvisoria. Per gli inquirenti l’assassino è Marco Casonato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.