La tradizionale fattura in formato cartaceo a cui eravamo abituati è stata ormai sostituita il 1° Gennaio del 2019 da un documento virtuale, meglio definito come fattura elettronica. Questa modalità è stata resa obbligatoria dalla Legge Finanziaria del 2018. La Legge di Bilancio del 2018 ha poi ampliato quest’obbligo anche ai privati. La fattura elettronica deve essere emessa da tutti i detentori di partita IVA residenti in Italia, tra cui alcune tipologie di enti no profit, ossia quelle associazioni che operano per una determinata causa, senza scopo di lucro.

In cosa consiste la fattura elettronica

La fattura elettronica sostituisce completamente il suo precedente formato cartaceo, in modo da favorire i controlli automatizzati dell’Agenzia delle Entrate. Il documento digitale deve essere emesso in formato XML e deve contenere gli stessi dati che forniva la sua versione tradizionale, ossia l’indicazione dell’emittente, quella del destinatario e i dati di fatturazione. Ogni volta che si crea una fattura nel formato richiesto, è necessario inviarla al Sdl, che effettuerà i controlli necessari per convalidare il documento. Il Sistema di Interscambio richiedera’ differenti metodologie di fattura elettronica in base al destinatario:

  • Pubblica amministrazione: nella fattura deve essere indicato il Codice Univoco di 6 caratteri
  • B2B (scambio tra operatori economici): in questo caso, la fattura dovrà essere emessa tramite la PEC o il Codice Destinatario.
  • B2C (scambio tra un operatore economico e un privato): in questo caso, dovrà essere fornito il codice fiscale.
  • Se la fattura viene accettata, verrà spedita al destinatario, utilizzando i dati da voi inseriti nel documento, come il Codice Destinatario o la PEC. Chi emette una fattura in modalità differente o contenente dei dati insufficienti, errati o non accettati dal Sistema di Interscambio, dovrà subire delle sanzioni derivanti la violazione del decreto della Legge Finanziaria del 2018.

Come emettere una fattura elettronica

Purtroppo la fattura elettronica ha messo in crisi un vasto numero di persone, soprattutto chi ha meno esperienza con i computer. E’ tuttavia necessario prepararsi all’arrivo della fatturazione elettronica, usufruendo di sistemi che possano semplificare il processo. Per stilare ed emettere una fatturazione elettronica è necessario procurarsi un programma specifico che faccia al caso vostro. Per rendere più semplice la contabilità aziendali all’interno delle associazioni no profit, questi software vi permetteranno di caricare e consultare le fatture elettroniche all’interno di un sistema telematico a voi dedicato. L’utilizzo di questi programmi, come Soldo Drive, vi farà evitare gli appuntamenti dal commercialista e vi permetterà di gestire in maniera semplice e intuitiva tutte le vostre fatture. 

La fattura elettronica nelle no profit

La fatturazione elettronica deve essere emessa da tutti i soggetti detentori di partita IVA che abbiano optato per un regime “agevolato” o “forfettario”. Quasi tutte le tipologie di enti no profit con partita IVA devono emettere fatturazione elettronica, ad eccezione di chi ha scelto un regime forfettario della L 398/9I e abbia registrato dei proventi inferiori a 65.000 euro. Gli enti no profit che devono emettere la fattura elettronica sono i seguenti:

  • tutti gli enti con partita IVA che abbiano scelto un regime differente da quello forfettario
  • gli enti no profit con partita IVA con un regime forfettario differente da quello L398/9I
  • gli enti no profit senza partita IVA

In quest’ultimo caso, in presenza di attività commerciali il consumatore finale può richiedere la fattura in formato cartaceo o anche in digitale (docx, pdf, excel, ecc.) purché leggibili.

Le fatture elettroniche ricevute da associazioni prive di partita IVA (che non svolgono attività commerciali o istituzionali) potranno essere consultate e scaricate all’interno di uno spazio dedicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate. Se richieste, potranno essere inviate anche tramite PEC o software specializzati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.