Oggi proseguiamo ricordando le principali novità prevista dalla nuova Legge di Bilancio.
-Prorogate di un anno, nella stessa misura del 2019, le detrazioni relative ai lavori di recupero edilizio, a interventi di efficienza energetica, acquisti mobili e grandi elettrodomestici a seguito di ristrutturazioni.
-Riconfermato anche nel 2020 il credito di imposta del 65% per le erogazioni liberali destinate a interventi di manutenzione e realizzazione di impianti sportivi pubblici.
-Esteso anche per il 2020 l’esenzione IRPER per terreni agricoli dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali.
-Introdotta per il corrente anno una detrazione del 90% per le spese sostenute a interventi finalizzati al recupero e restauro delle facciate di alcuni edifici richiamati nella legge con particolarità speciali.
-Viene innalzato per il corrente anno l’importo massimo per le spese veterinarie per gli animali da compagnia che sale a 500 euro.
-Da quest’anno chi ha un reddito fra i 120 ed 240 mila euro di reddito avrà detrazioni ridotte, che diventano nulle oltre i 240 mila euro.
-A decorrere da quest’anno viene soppressa l’IUC ( imposta unica comunale) ad eccezione della TARI (tassa rifiuti).
-Stabile al 10% l’aliquota della cedolare secca sui canoni delle locazioni abitative a canone concordato. Non sarà più possibile la cedolare secca del 21% sui contratti di negozi e botteghe.
-Viene confermata la graduale riduzione della soglia dei trasferimenti di denaro contante a 3mila euro fino al 30 giugno 2020, dal 1° luglio sarà di 2 mila euro e dal 1° gennaio 2022 scenderà definitivamente a 1000 euro.
Ottavio Righini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.