L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione, sul proprio sito istituzionale, dallo scorso 23 maggio il Modello 730/2022. Per accedervi sarà necessario l’uso dello Spid, oppure della Carta d’Identità elettronica o una Carta nazionale dei servizi.

I dati contenuto nel Modello precompilato saranno essenzialmente invariati, ma con una importante novità. In caso di modifica di un onere deducibile o detraibile presente nella nostra dichiarazione l’Agenzia, a differenza del passato, effettuerà controlli unicamente sui documenti che hanno determinato la modifica, e pertanto tutte le altre spese non saranno oggetto di successiva verifica. Comunque ciò non esclude la possibilità di controllo su altri dati della stessa dichiarazione, l’Agenzia delle Entrate ha comunque tutte le possibilità di verifiche alle dichiarazioni presentate, come sempre.

E’ confermato l’obbligo delle tracciabilità dei pagamenti delle spese postate in detrazione. Pertanto è bene ricordare che tutte le spese effettuate devono essere tracciabili per cui dobbiamo tenere a disposizione tutti i pagamenti fatti per spese mediche, veterinarie, istruzioni, asili nido, sportive per ragazzi, universitari fuori sede. Unica spesa che non richiede riscontro tracciato quella fatto per visite o analisi effettuate nelle Strutture pubbliche o accreditate al Servizio sanitario nazionale. Che pertanto potranno anche essere pagate in contanti.

Qualche novità importante in questa dichiarazione. Per coloro che hanno concesso in locazione il proprio immobile ad uso abitativo rimane confermato che i canoni non percepiti nel 2021 non saranno soggetti a tassazione, sempreché sia stata inviata all’inquilino l’ingiunzione al pagamento o lo sfratto.

Il nuovo massimale per spese veterinarie è portato a 550 euro ( era di 500 euro).

La detrazione per ragazzi fra i 5 ed i 18 anni per lo studio e la pratica della musica è di 1000 euro per ciascun figlio, se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro annui.

Il limite per spesa mobili e grandi elettrodomestici è stato innalzato a 16.000 euro. Nuovi limiti anche per i costi universitari.

Particolari attenzioni per le detrazioni del 110% per interventi di efficientamento energetico. E su questo tema le difficoltà a districarsi sono tante, per cui, come per un corretto invio del nuovo 730 consigliamo la visita di un CAF ( o professionista abilitato), come quello di 50&più, presente coi propri uffici presso ogni sede della Confcommercio.

Ottavio Righini

”Conad”/
Previous articleCattolica, quasi sei mesi dalla scomparsa di Emilia
Next articleCesenate 50enne cade in mountain bike nella zona di Longiano, recuperato dal Soccorso Alpino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.