E’ stata riconferma la possibilità di usufruire del Reddito di Emergenza ( da non confondersi con il Reddito di Cittadinanza) con Decreto Legge del 14 agosto 2020 e sono stati confermati i requisiti necessari per poterlo richiedere, che riassumiamo e che dovranno essere presentati entro il prossimo 15 ottobre:

Valore del reddito familiare nel mese di maggio 2020 inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio (  400 euro moltiplicato per il valore della scala di corrispondenza); residenza in Italia; valore del patrimonio mobiliare della famiglia inferiore a 10mila euro, elevata di 5mila euro per ciascun componente oltre il primo; valore ISEE inferiore a 15mila euro.

Ci sono incompatibilità per: coloro che percepiscono od hanno percepito le altre Indennità Covid19; coloro che siano titolari di trattamento pensionistico ( con la sola eccezione dell’Assegno Ordinario di Invalidità); coloro che siano titolari di rapporti di lavoro dipendente.

L’INPS, ente erogatore dell’indennità, precisa che la quota Reddito di Emergenza sarà erogata per una sola mensilità, corrispondente al mese di presentazione della domanda tramite una delle seguenti modalità: bonifico bancario o postale, accredito su libretto postale, bonifico domiciliato.

Vista la “normale” complessità nella formulazione delle domande, è consigliabile rivolgersi ad un Patronato che svolgerà la pratica del tutto gratuitamente.

Ottavio Righini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.