Condanna a quattro anni i gestori della casa famiglia ‘Il Sorriso’ di Montiano. I coniugi Maria Emanuela Gianfanti, 63 anni, e il marito Pietro Bagnolini, 68 anni, sono stati ritenuti colpevoli in Tribunale di Forlì dei maltrattamenti nei confronti di alcuni minori ospiti della struttura che gestivano. I fatti risalgono al 2015. Il Pm Lucia Spirito aveva chiesto 5 anni.

Secondo le accuse nella casa famiglia c’erano anche cattive condizioni igieniche e veniva servito cibo scadente. La denuncia era partita da un ex-ospite della casa famiglia, un ragazzo che all’epoca aveva poco più di 15 anni.

Nella casa famiglia “Il Sorriso” di Montiano, provincia di Forlì-Cesena, secondo l’accusa accadeva di tutto. I giovani ospiti venivano minacciato ma anche picchiati.

Ad occuparsi della vicenda ci fu il programma di Italia Uno Le Iene Show, che aveva intervistato l’autore delle denunce, un ex ospite della casa-famiglia, il quale ha documentato i maltrattamenti, registrando video e scattando foto.

Quando la struttura venne perquisita furono trovate anche pessime condizioni igienico-sanitarie.

Il ragazzino all’epoca era fuggito dalla casa famiglia di Montiano per ricongiungersi al padre e aveva raccontato agli inquirenti di episodi di violenza fisica e verbale, offese, minacce e maltrattamenti. Secondo quanto riportato lui e altri minori ospiti venivano fatti dormire in un sottotetto; in dispensa c’erano prodotti alimentari scaduti da anni; alcuni ragazzi venivano mandati a scuola senza il biglietto per salire sull’autobus. La Procura della Repubblica di Forlì aveva quindi aperto un’indagine. I coniugi ieri sono stati condannati in primo grado, gli avvocati difensori hanno annunciato ricorso in Appello.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.