Sono stati notificati nella serata di ieri due provvedimenti di chiusura emessi ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico in materia di Leggi di Pubblica Sicurezza nei confronti di altrettanti noti locali della movida riminese.

Nello specifico, sono stati interessati da un provvedimento di sospensione della licenza i gestori di un locale sito a Riccione (discoteca “Nikka”) – per complessivi giorni 15 – e quelli di un sito a Cattolica (Malindi), al quale è stata invece comminata una sanzione ammontante a complessivi giorni 20.

Il provvedimento nasce dagli accertamenti e dagli elementi raccolti dai militari della Compagnia di Riccione che negli scorsi giorni hanno redatto una specifica proposta di chiusura, approntando un dettagliato compendio informativo poi sottoposto all’attenzione del Questore di Rimini, Dott. Francesco De Cicco.

Determinante per l’emissione dei provvedimenti, in particolare, il verificarsi di una significativa serie di atti di violenza registratisi nelle ultime settimane o all’interno o nelle immediate adiacenze dei locali proposti, e consistiti, in special modo, in aggressioni, risse ed addirittura – come in occasione del frangente occorso nella scorsa settimana a Cattolica – in un accoltellamento.

Un numero significativo di atti di violenza e ferimenti – talvolta con gravi conseguenze fisiche per le vittime – hanno dunque portato i militari dell’Arma Riccionese a richiedere ed ottenere dall’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza una temporanea sospensione delle licenze delle attività gestrici dei locali, ritenendo così sussistente in concreto un rischio per la tutela dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica.

I provvedenti amministrativi – come detto giustificati dalla previsione normativa dell’art. 100 del TULPS – sono operativi da oggi – così come indicato nell’atto amministrativo – giorno successivo al momento in cui, in serata, un team congiunto composto da militari della Compagnia Carabinieri di Riccione (Organo Proponente) e da personale della Divisione Amministrativa della Questura di Rimini hanno proceduto alle operazioni di notifica (per gli adempimenti di specifica competenza).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.