Va a casa a piedi e cade in una scarpata. È successo oggi 28 novembre ad un uomo di 32 anni residente a Rimini. Mentre stava percorrendo la Via San Leo, poco più in basso del paese, nei pressi del Convento di S. Igne, per cause da accertare è scivolato nella scarpata per una cinquantina di metri.

A udire le urla di aiuto, della persona infortunata, è stata la mamma – che abita nella zona – dalla sua abitazione la quale ha telefonato ai Carabinieri, che immediatamente hanno attivato il 118 che invia sul posto l’ambulanza e l’automedica e i Vigili del Fuoco di Novafeltria, il Soccorso Alpino e Speleologico, stazione Monte Falco che attiva la squadra della Val Marecchia e manda in avvicinamento la squadra della Valle del Savio, mentre i militari della locale stazione mandano del loro personale sul posto. L’elicottero 118 dotato di verricello non era spendibile a causa della fitta nebbia. I tecnici del CNSAS arrivati sul posto hanno raggiunto l’infortunato calandosi con le corde. Una volta raggiunto il ferito, che riferiva un fortissimo dolore ad una gamba, è stato valutato dal personale medico che ha provveduto ad immobilizzare l’arto infortunato e dopo la somministrazione dell’analgesia per il forte dolore, è stato posizionato sulla barella portantina e recuperato con tecniche alpinistiche, utilizzando le corde, manovra dove hanno collaborato anche i Vigili del Fuoco intervenuti. Arrivato sulla sede stradale il paziente è stato trasferito con l’ambulanza all’ospedale Bufalini di Cesena in codice di media gravità

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.