Un insegnante di arti marziali è indagato dalla Procura della Repubblica di Rimini con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di allieve minorenni. Secondo quattro giovani – tra gli 11 e i 13 anni – l’uomo, un 40enne istruttore in una palestra del Riminese e difeso dall’avvocato Sergio De Sio, si sarebbe reso responsabile di molestie durante gli allenamenti. L’indagine dei Carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore, Davide Ercolani, sarebbe scaturita proprio dal racconto di due bambine che, alla mamma ed ad un’insegnante a scuola, avrebbero raccontato in maniera spontanea delle molestie durante gli allenamenti. Le quattro piccole, assistite dall’avvocato Carlotta Angelini e dall’avvocato Filippo Leoncini, sono state sentite separatamente dal Giudice per le Indagini Preliminari, Raffaella Ceccarelli, lo scorso martedì e avrebbero confermato i fatti accaduti.

”Conad”/
Previous articleE45: galleria Montecoronaro, colpita da un furgone la piattaforma con gli operai
Next articleSan Marino. Mostra dedicata al padre della Pop Art, Andy Warhol

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.