La Guardia di Finanza di Ravenna ha scoperto 33 evasori totali completamente sconosciuti al fisco e redditi non dichiarati per oltre 1 milione e 200 mila euro. Nell’operazione “No Tax Colf” sono state messe sotto osservazione le posizioni di numerose collaboratrici domestiche attive a Ravenna tra il 2017 e il 2019.

Prevalentemente donne provenienti da Paesi dell’Est europeo (soprattutto Romania, Ucraina e Russia) che, anche se regolarmente assunte dai rispettivi datori di lavoro, hanno omesso di dichiarare i redditi percepiti e di versare le relative imposte all’Erario. Le lavoratrici domestiche hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi quando gli introiti superano la soglia di esenzione pari a 8.000 euro. Nei  casi scoperti dalle Fiamme Gialle invece le badanti, nonostante fossero state assunte con regolare contratto di lavoro e avessero maturato una posizione contributiva ai fini pensionistici, non avevano mai dichiarato i guadagni conseguiti negli anni, quantificati mediamente in circa 40 mila euro pro capite, rimanendo completamente sconosciute al Fisco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.