Tre anni di lavoro, tre milioni di investimento complessivo, uno studio di fattibilità che ha previsto il rientro dell’investimento in tre, quattro anni. Sono alcune delle cifre che accompagnano la nuova linea di confezionamento di Valpharma International, azienda di Valpharma Group, autorizzata recentemente a confezionare e rilasciare il prodotto sul mercato da parte di AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco.

Da oggi nello stabilimento di Pennabilli (Rimini) è quindi possibile fornire ai clienti di Valpharma un full service, dalla manifattura alla confezione pronta per i banchi delle farmacie.

Il nuovo impianto permette infatti di accorciare la catena distributiva (fino a due mesi), rendendo  il processo produttivo più efficiente e sostenibile. Valpharma è, da sempre, produttrice di farmaci solidi orali in conto terzi, ma prima di oggi non si occupava del loro confezionamento, si tratta di una piccola rivoluzione per tutto il gruppo. 

“Al progetto l’azienda lavora dal 2021”, ricorda Alessia Valducci,  Chairwoman di Valpharma Group, “quando ha deciso, con coraggio, di creare un proprio know how, con uno sforzo di innovazione e studio che sta procedendo ancora oggi e che andrà avanti nei prossimi anni: continueremo infatti ad investire nel futuro”.

La linea blister installata è dell’azienda Marchesini, è completa delle fasi di confezionamento primario e secondario. Attraverso i sistemi track and trace, sviluppati dal gruppo Sea Vision, può fare anche i processi di serializzazione ed aggregazione. Valpharma Group calcola di ammortizzare la spesa nel giro di tre, quattro anni.

“Si tratta di un vero e proprio cambio di paradigma”, sottolinea il direttore generale di Valpharma Group Alberto Vitez, “l’impianto infatti ci offrirà nuove opportunità commerciali, ci aprirà a nuovi progetti e, quando sarà a pieno regime, porterà a un miglioramento delle performance economiche del Gruppo Valpharma”.

“È stato un lavoro lungo e complesso”, evidenzia Roberto Reali, direttore generale di Valpharma International, “in quanto ha rappresentato l’inizio di un nuovo percorso manifatturiero. Abbiamo svolto più studi di approfondimento, la formazione del personale sulle nuove competenze e, grazie al supporto dei fornitori e soprattutto attraverso la tenacia delle persone di Valpharma International, siamo riusciti a perseguire questo importante obiettivo”.

Previous articleFerretti, primo varo nel nuovo cantiere di Ravenna
Next articleSan Marino. “Laboratorio gratuito per bambini (a partire dai 2 anni) alla Bibliobaita

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.