Gli ultimi scenari confermano previsioni di crescita del valore aggiunto (in termini reali) per il territorio Romagna (Forlì-Cesena e Rimini) pari all’1,5% nel 2017. Da segnalare l’effetto trainante delle esportazioni, l’aumento delle unità di lavoro e il lieve miglioramento della produttività.

I dati del territorio “Romagna – Forlì-Cesena e Rimini”

Gli “Scenari per le economie locali” diffusi dall’Ufficio Studi della Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini ed elaborati da Prometeia sono utili strumenti di analisi previsionale macroeconomica delle principali variabili strutturali nel medio periodo, con dettaglio provinciale, disaggregazione settoriale e aggiornamento trimestrale.

In base agli ultimi dati di Prometeia (ottobre 2017) e alle elaborazioni di Unioncamere Emilia-Romagna, la crescita del Valore aggiunto (a valori reali) della Romagna Forlì-Cesena e Rimini nel 2017 dovrebbe attestarsi attorno all’1,5%, dato lievemente inferiore all’1,7% regionale e superiore a quello medio nazionale (1,4%). Il risultato positivo del 2017 è in larga parte attribuibile al comparto industriale (in particolare il manifatturiero) per il quale è prevista una crescita dell’1,8%. In aumento anche l’agricoltura e i servizi che si attesteranno sul +1,5%. Le costruzioni, dopo anni di variazioni negative, dovrebbero tornare in terreno positivo (+1,1%).

“In uno scenario generale che, nonostante i rischi e le incertezze, è caratterizzato da elementi che confermano preziose opportunità per stabilizzare la ripresa, la Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini rappresenta un luogo di governance / incontro strategico tra Istituzioni, Associazioni di categoria, Imprese e Persone nell’ottica della sussidiarietà e della costante ricerca dell’integrazione con tutti gli attori ed un soggetto determinante per l’innovazione delle imprese e del territorio protagonista della rivoluzione digitale delle PMI e driver locale del “Piano Impresa 4.0” – dichiara Fabrizio Moretti, Presidente dell’Ente camerale.

La crescita del Valore aggiunto (in valori reali) della provincia di Rimini nel 2017 dovrebbe attestarsi attorno all’1,6%, valore lievemente inferiore all’1,7% regionale e superiore a quello nazionale (1,4%). Il dato positivo del 2017 è in larga parte attribuibile al comparto industriale (in particolare il manifatturiero) per il quale è prevista una crescita dell’1,9%, in linea con quella regionale (+1,9%) ma superiore alla nazionale (+1,5%). Superiori alle previsioni emiliano-romagnole e italiane sono le variazioni attese per l’agricoltura (+2,4%) e in misura minore per le costruzioni (+1,1%). Per i servizi la crescita si attesta intorno all’1,5% rispetto al +1,6% regionale e al +1,4% nazionale.

(Nella foto l’attuale Giunta della Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.