La Polizia di Stato ha arrestato un 36enne cittadino polacco, residente a Portsmouth (Gran Bretagna), in esecuzione di Mandato di Arresto Europeo emesso dalle autorità Polacche il 6 settembre scorso, dovendo scontare una pena detentiva di un anno di reclusione disposta dal Tribunale di Klodzko (Polonia) a seguito di condanna definitiva per il reato di lesioni personali commesso nel 2011. All’epoca dei fatti, quando aveva 29 anni, aggredì violentemente un uomo procurandogli lesioni multiple al volto, alla mandibola, alle gambe, ed altre parti del corpo, colpendolo pure ripetutamente alle ginocchia tanto da procurargli una grave instabilità motoria. 

L’uomo è stato rintracciato in città dalle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì, durante un controllo all’interno di un esercizio pubblico, e si trovava in Romagna da pochi giorni, per fare visita alla madre che vive a Forlì da parecchi anni.

Le sue ricerche erano state diramate in ambito europeo da pochi giorni, ed erano indirizzate particolarmente nel Regno Unito, dato che il catturando risultava risiedere a Portsmouth (GB), ma nel frattempo era giunto in Italia per fare visita alla madre, per cui il suo arresto era rimasto ineseguito perché non rintracciato dalla polizia britannica, che lo aveva trovato irreperibile.  

L’arrestato si trova ora ristretto presso la Casa Circondariale di Forlì, in attesa della decisione della Corte d’Appello di Bologna in ordine alla convalida dell’arresto e alla richiesta di estradizione formulata dalla Polonia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.