Le OO.SS di categoria di CGIL CISL UIL e le RSU aziendali hanno indetto lo
stato di agitazione con il blocco dello straordinario e di qualsiasi prestazione
aggiuntiva per tre settimane a partire da lunedì 18 febbraio e uno sciopero di
1 ora ad inizio turno per venerdì 8 marzo. L’agitazione è stata indetta a sostegno della trattativa per il rinnovo del Contratto Aziendale entrata in una fase di preoccupante stallo a causa della indisponibilità aziendale a venire incontro alle richieste formulate da Sindacati e Rsu al tavolo negoziale.

Per i sindacati “il raggiungimento di un premio di produzione accessibile e dignitoso , dare stessi diritti e tutele a tutti coloro che lavorano all’interno di Fustelpack, l’introduzione di strumenti di conciliazione fra vita e lavoro per i dipendenti sono le richieste sindacali che ad oggi, nonostante diversi incontri non hanno trovato risposte da parte della direzione aziendale. Anzi l’azienda ha rilanciato chiedendo maggiore flessibilità di utilizzo della manodopera e straordinari obbligatori”.

I sindacati sottolineano di aver “ribadito all’azienda che la competizione si deve fare sulla qualità, sugli investimenti, sull’innovazione, e non sui diritti delle persone”. CGIL CISL UIL e le RSU concludono la loro nota precisando: “In questa trattativa è arrivato il momento di fare chiarezza. E invitare tutti ad aprire gli occhi su una realtà che a parole promuove la concertazione, il dialogo, il rapporto costruttivo e negoziale con lavoratori, sindacati e RSU e che invece, al suo interno mantiene condizioni e rapporti del tutto incoerenti con questi buoni propositi“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.