Procurato allarme: nella mattinata, nel corso del servizio straordinario, sono giunte al numero unico di emergenza alcune chiamate e segnalazioni da parte di cittadini spaventati per aver assistito ad una scena in cui i tre occupanti di una Toyota Yaris rossa avevano minacciato i passanti brandendo una pistola.

In pochi minuti, anche grazie alle indicazioni ricevute, gli equipaggi sul territorio hanno individuato e bloccato quel veicolo, adottando nei confronti degli occupanti tutte le misure di sicurezza del caso, non potendo certamente sottovalutare la potenziale pericolosità della situazione. L’immediata perquisizione svolta dagli agenti ha portato al ritrovamento della pistola in questione, che si è poi accertato essere una replica innocua, dal punto di vista dell’offensività, ma certamente idonea quanto meno a spaventare o minacciare qualcuno, poiché di colore e dimensioni identiche ad una arma vera.

I tre, che hanno cercato di giustificarsi affermando che stavano solo scherzando, sono ragazzi tra i 20 ed i 22 anni residenti in città, due dei quali già conosciuti per alcuni loro precedenti; i poliziotti li hanno accompagnati in Questura e a loro carico è stato redatto il sequestro dell’arma finta con contestuale denuncia alla Procura per il reato di procurato allarme. Sanzioni anche dal punto di vista del codice della strada: infatti il veicolo su cui circolavano non era in regola  con la revisione. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.