L’estate, il mare, la spiaggia, l’alba, le prime luci del sole che nasce in un’atmosfera unica. Sono questi gli ingredienti, sapientemente conditi con tanta buona musica rilassante, di «Alba in musica», la nuova idea lanciata dai Mosaico Villaggi. Tre iniziative originali e curiose che non mancheranno di destare curiosità ed interesse, organizzate sulla terrazza panoramica del Villaggio dei Pini di Punta Marina Terme, una delle quattro strutture di Mosaico Villaggi insieme al Villaggio Pineta di Milano Marittima, Villaggio del Sole, tra Marina Romea e Porto Corsini, e Villaggio Rivaverde a Marina di Ravenna.

Una location spettacolare, con la spiaggia libera antistante a completa disposizione e una vista sconfinata davanti agli occhi. Tre spettacoli, uno in Luglio e due nel mese di Agosto, che inizieranno sempre alle ore 5.45, quando l’oscurità inizia lentamente a cedere il passo alla luce del sole creando un’atmosfera magica. E poi tanta buona musica per tutti, sia clienti del Villaggio sia persone che, ad ingresso libero, potranno provare questa nuova emozione fermandosi magari per una buona colazione al bar del campeggio.

Il programma alle ore 5.45 terrazza Villaggio dei Pini – Punta Marina Terme:

Domenica 7 luglio, “Le Mal de Paris” con Gianluigi Tartaull e Luca Vassura.

Il duo composto da Tartaull, voce e chitarra, e Vassura alla fisarmonica presenta «Le mal de Paris», spettacolo in lingua francese incentrato sulla canzone dei grandissimi autori che sono anche stati i padri e gli ispiratori dei più grandi cantautori italiani. Parigi ed i cantautori francesi, un mito che non muore mai tanto che in Francia i cantautori sono sempre stati annoverati fra i poeti. La scoperta di questi personaggi e le loro canzoni lontane nel tempo ma ancora attuali mantengono il fascino di qualcosa senza tempo. Nelle canzoni d’autore rivive l’incanto della vecchia Parigi, della Rive gauche e dei suoi protagonisti, da Piaf a Brel, da Boris Vian a Leo Ferré. Entrambi i componenti del duo fanno parte del gruppo musicale Bandeandrè, sin dalle sue origini nel 2008. Gianluigi Tartaull ne è l’ideatore, fondatore e coordinatore oltre che cantante e chitarrista; Luca Vassura è uno dei principali arrangiatori, oltre che il fisarmonicista.

Domenica 4 agosto, “Le belle canzoni della nostra storia: gli anni ’60” con Gianluigi Tartaull e Luca Bombardi

Negli Anni Sessanta le canzoni erano nostre compagne. C’erano canzonette “leggere”, per divertirsi e per ballare; e le canzoni più impegnate, che volevano far riflettere, espressione di un mondo, quello dei cantautori, che dopo essersi pienamente affermato in Francia conquistava le giovani generazioni anche in Italia. Genova e Milano furono i primi due centri che videro crescere questo fenomeno. Questo lo sfondo del programma cantato e raccontato. Da Modugno a De Andrè, da Paoli a Gaber, da Lauzi a Battisti le canzoni un periodo straordinario della nostra storia. Con Tartaull voce e chitarra e Bombardi al pianoforte.

Sabato 17 agosto, “Zenigma” con Pier Marco Turchetti e Jader Nonni

Secondo Gurdjieff ciò che ha luogo nel corpo comincia dall’interno, ed è da questo assunto che emerge la sua teoria dei quattro corpi, corrispondenti alle figure simboliche del carro, del cavallo, del cocchiere e del padrone. Il duo di “composizione istantanea” Zenigma, non solo si ispira a questa teoria, ma cerca di incarnarla attraverso la potenza evocativa del linguaggio musicale, facendo così proliferare “corpi enigmatici”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.