Dopo il successo della prima edizione, tenutasi un anno fa e intitolata “Una Giornata con Bob Dylan”, il Dylan Day Forlivese ritorna con la seconda edizione: “La Tentazione del Blues”. Ideato e organizzato da Samuele Conficoni, il festival si propone di rendere omaggio alla straordinaria arte del cantautore statunitense, Premio Nobel per la Letteratura 2016, Premio Pultizer 2008 e vincitore di numerosi Grammy, e vede anche quest’anno la prestigiosa collaborazione di Michele Minisci e Marco Viroli.

In parte convegno e in parte tributo musicale, il 2° Dylan Day si terrà giovedì 23 maggio 2019, giorno che precede il 78° compleanno di Bob Dylan, e offrirà eventi di caratura internazionale. Il cantautore statunitense, nonostante l’età, continua a pubblicare dischi ed è in tour senza sosta da fine anni ’80. In questa edizione si discuterà in particolare dei profondi legami tra Dylan e il blues, ma non solo. Non mancheranno, ovviamente, tanta musica e tante sorprese.

Si partirà alle ore 21.00 con la conferenza del professor Alessandro Carrera (University of Houston), tra i massimi studiosi al mondo di Bob Dylan, autore di svariati saggi sul musicista, nonché traduttore, per Feltrinelli, di tutti i suoi versi e prose. La conferenza si terrà presso il locale Petit Arquebuse (corso Garibaldi, 52).

Blind Boy Gunn

Alle ore 22.00 i Blind Boy Gunn, insieme a tanti ospiti speciali, si esibiranno presso il Petit Arquebuse (corso Garibaldi, 52), introdotti dallo stesso professor Carrera. Sempre al Petit si darà vita a un dibattito, “I fantasmi di Bob”, a cui gli spettatori sono invitati a partecipare.

Infine, alle ore 23:30, al Moquette (via Baratti 27), ancora musica con un DJ-set e una mostra fotografica intitolata “I volti di Bob Dylan” che sarà allestita già nei giorni precedenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.