Bologna capitale mondiale della sfoglia con il “dream team” della pasta all’uovo: “Cesarine” da 10 regioni, le “Mariette” di Casa Artusi, i giovani della start up Sfogliamo e tanti appassionati per realizzare 100 metri di sfoglia al mattarello in tutti i formati e con tutti i ripieni d’Italia. Nel corso della giornata lo “Sfoglia corner” con storie, segreti, ricordi, ricette della pasta fresca. Per tutti degustazioni, menù a tema e il focus sulla sfoglia nel mondo, con la chef e ambasciatrice del tortellino in Olanda, Alice Colombari.

Farina, uova, matterello e tanta passione. La sfoglia continua a fare il giro del mondo per tornare all’origine, a casa, in Emilia-Romagna, a Bologna. Tecnicamente definita come “un sottile strato di pasta all’uovo”, la sfoglia si prepara a battere tutti i record sotto le due torri: domenica 12 maggio, nel giorno della festa della mamma, a FICO Eataly World si terrà “Sfoglia da guinness”, lo “sfoglina day” con un dream team in arrivo da tutta la penisola per realizzare oltre 100 metri di sfoglia tirata al matterello e raccontare l’Italia della pasta fresca, con i suoi segreti e la sua incredibile varietà di tradizioni, formati, ingredienti, ripieni e condimenti.

Nel parco del cibo più grande del mondo si “esibiranno” decine di artisti del matterello: i giovani della start up bolognese SfogliAmo, la cooperativa di ragazzi e ragazze che realizzano la pasta fresca a Eataly World, proponendo in veste moderna e gourmet una delle attività classiche dell’enogastronomia italiana; arriveranno da ben 10 regioni italiane le Cesarine, la più antica rete di cuoche casalinghe d’Italia che conta più di 600 tra padrone e padroni di casa appassionati e accoglienti, che aprono le porte delle loro cucine a viaggiatori curiosi per coinvolgerli in esperienze culinarie indimenticabili. Convergeranno da Piemonte, Abruzzo, Lazio, Veneto, Calabria, Toscana, Sicilia, Umbria, Lombardia e da tutta l’Emilia Romagna. Ci saranno le Mariette di Casa Artusi, che insegnano nei corsi della scuola del centro di cultura dedicato al padre della cucina italiana e prendono il loro nome dalla fedele e insostituibile governante dell’Artusi, Marietta Sabatini. Saranno all’opera anche le famose sfogline bolognesi e quelle dell’associazione La San Nicola che promuove il tortellino e le tradizioni enogastronomiche di Castelfranco Emilia.

Tutti insieme appassionatamente, a Bologna “capitale” della pasta all’uovo, dalle 10 alle 17, a quattro anni dal record raggiunto in occasione di Expo 2015 a Milano si lanceranno verso il nuovo primato per il piatto che, più di tutti, è legato alla memoria personale e collettiva della cucina italiana. Narrazioni e suggestioni che, nel corso della giornata, troveranno spazio negli incontri dello Sfoglia Corner di FICO Eataly World, allestito per l’occasione sulla pista ciclabile: un “podio” dal quale sfogline e sfoglini si alterneranno per raccontare al pubblico la propria esperienza e i propri segreti legati alla sfoglia.

Dalle 11 e per tutta la giornata, nello “Sfoglia corner” e nell’Arena Centrale di FICO Eataly World si susseguiranno incontri rivolti ai buongustai, agli appassionati e alle famiglie, per far conoscere e assaggiare il meglio di questa regina della tavola casalinga, dal Nord al Sud d’Italia, mentre nei luoghi di ristoro di FICO si potranno degustare gran parte delle ricette italiane proposte.

La sfida per realizzare, a colpi di matterello, la sfoglia più lunga del mondo partirà alle 14. Non mancheranno le storie di sfoglia e sfogline oltre i confini nazionali, a conferma che l’artigianalità italiana è una carta vincente all’estero quando si esportano competenza, tradizione e autenticità. Sono tanti i ristoratori, in tanti Paesi del mondo, che vogliono imparare a impastare e tirare la sfoglia a regola d’arte e numerosi gli ambasciatori italiani di quest’arte nel mondo.

Alle 15 nel Teatro Arena la “marietta” Verdiana Casadei del ristorante Anna di Forlimpopoli realizzerà una sfoglia gigante e, a seguire, e a seguire Alice Colombari, chef e ambasciatrice del tortellino in Olanda, sarà protagonista dell’incontro “Tortellino international”, insieme a Giovanni Degli Angeli, presidente dell’associazione La San Nicola e la giornalista Maria Vittoria Melchioni. Alle 16 anche i bambini potranno mettere le manine in pasta, con il laboratorio di sfoglia “Una grande sfoglia per tante piccole mani”.

Per “Sfoglia da record” sulla spianatoia nasceranno fettuccine e ravioli ripieni di ricotta e spinaci dal Lazio; dall’Abruzzo i maccheroni alla chitarra; i piemontesi ravioli ripieni di patate, porri e salsiccia; i casunzei all’ampezzana con ripieno di barbabietola, patate e rapa; i maltagliati calabresi; dalla Toscana, i panniccelli con ricotta e spinaci; i maccheroni siciliani; fino ai classici emiliano-romagnoli, tortelloni romagnoli con erbe di campagna e ricotta, cappelletti, tagliatelle, tortellini, rosette con prosciutto cotto e formaggio, balanzoni con il ripieno del tortellino e del tortellone, lune piene con ripieno di pere e formaggi, strichetti, tortelloni con ripieno di ricotta e prezzemolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.