In 40 mila le persone che si assiepavano ieri al concerto del Jova beach Tour. Si è trattato di un successo di cui il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi va fiero.

“Con il trionfo ieri sera del Jova Beach Tour, va in archivio la prima parte dell’estate riminese, caratterizzata da una serie di eventi che – per pubblico, eco mediatica, capacità di creare relazioni, posizionamento e diffusione di un mood positivo – hanno fatto della nostra città l’ombelico della vacanza italiana 2019″. “I numeri accumulati da Rimini Wellness, Sport Dance, Al Meni, Molo Street Parade, Notte Rosa, fino alla ‘Woodstock’ di Miramare con Jovanotti, – afferma il sindaco in ul lungo comunicato – confermano e rilanciano l’idea concreta di una Rimini capitale dell’ospitalità e anticipatrice di un nuovo modo di intendere il divertimento. Quasi un modello di vivere liberamente le relazioni tra persone nell’epoca delle grandi possibilità e contemporaneamente delle grandi paure. Lo ha detto bene Lorenzo, durante il suo concerto, quando ha parlato della musica non solo come spazio di libertà e linguaggio universale, ma antidoto a ogni divieto usato contro le donne e gli uomini e la loro voglia di stare assieme. “Qualcuno vuol far sentire il divertimento, lo stare insieme bene, come una colpa. Forse ci vogliono solo controllare”.”

“Si pensi solo che ieri, più o meno nello stesso momento in cui 40 mila persone si assiepavano al concerto del Jova beach Tour, al Museo di Rimini Ezio Mauro concludeva il suo incontro con il pubblico in una nuova straordinaria piazza Francesca da Rimini . – Continua Andrea Gnassi – E’ un paragone azzardato ma come non andare a quella serata dell’estate 1985 in cui Tondelli presentava il suo romanzo ‘Rimini’ in un tourbillon di musica, trovate, scorribande ‘edonistiche’, folla? E adesso che ancora brillano le luci di ieri inizia il Lonely planet , Ulisse Fest, il festival del viaggio , nel cuore del centro cittadino .

Ci riappropriamo di ciò che è stato e sarà sempre nostro: il divertimento. Che è frutto però di duro lavoro e organizzazione, non improvvisazione. Adesso si apre la seconda parte dell’estate, caratterizzata da altre grandissime iniziative di rilievo internazionale. Siamo e saremo pronti. Tutti. E lo saremo grazie alla nostra amata (e a volte troppo bistrattata a vanvera), grande Rimini.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.