Nel corso della notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Rimini hanno tratto in arresto in flagranza, per i reati di resistenza, violenza ed oltraggio a P.U., M. H. B., 22enne peruviano, da circa due anni residente nel riminese.

L’uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, alle ore 3:30 circa, si recava in un locale del lungomare riminese e, senza alcun plausibile motivo, iniziava ad inveire contro i camerieri ed a colpire con calci porte e suppellettili. A nulla sono valsi i tentativi di riportarlo alla calma di una cameriera che, in risposta, è stata spintonata e colpita al volto con uno schiaffo.

Riportato alla calma, l’uomo è stato accompagnato fuori dal locale e preso in consegna dai militari che, a seguito di richiesta di intervento al numero di emergenza 112, erano giunti sul posto. Ma mentre l’uomo stava spiegando cosa era accaduto poco prima, alla vista della cameriera con cui aveva litigato, riandava su tutte le furie scagliandosi contro la stessa. I militari, pertanto, si frapponevano tra i due, venendo a loro volta aggrediti, riuscendo a bloccare l’uomo con non poca difficoltà.

Fatta salire a fatica a bordo dell’auto di servizio, M. H. B. è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto. Espletate le formalità di rito, lo stesso è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata, a seguito di udienza di convalida presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e l’uomo ha patteggiato 10 mesi di reclusione con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.