Nel corso della serata di sabato scorso, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rimini, impiegati nel quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato, K. A., cittadino tunisino 46enne, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia,

L’uomo, dopo essere entrato all’interno di un supermercato sito in Via della Fiera, ha iniziato ad aggirarsi tra le corsie guardandosi spesso intorno, insospettendo il personale addetto alla sicurezza che decideva di attenzionarlo seguendolo a distanza e allertando nel frattempo i Carabinieri tramite il numero di emergenza 112.

Ed infatti poco dopo l’uomo veniva notato mentre occultava nel proprio zaino generi alimentari di varia natura dal valore di circa 90 euro. Giunto alla casa, l’uomo pagava soltanto due confezioni di tonno in scatola, superando poi le barriere e facendo scattare l’allarme antitaccheggio. Lo stesso, pertanto, veniva bloccato dal personale addetto alla sicurezza e dai militari giunti nel frattempo sul posto.

Condotto in caserma, il tunisino non ha potuto fare altro che ammettere quanto contestato, restituendo la refurtiva. Dichiarato in stato di arresto, lo stesso è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. A seguito dell’udienza di convalida svoltasi questa mattina, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato condannato alla pena di mesi sei di reclusione e la multa di 400 euro con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.