Da ieri sera, martedì 5 novembre,  sono proseguite ininterrottamente le ricerche del 80enne Verucchiese che si era allontanato da casa non facendo più ritorno. 

Ieri, in tarda serata, è giunta una richiesta di aiuto, alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Novafeltria, da parte di un signore di Villa Verucchio, il quale ha riferito che il padre, 80enne affetto da una forma di malattia neurodegenerativa, si era allontanato dalla propria abitazione,  dopo avere assunto dei farmaci, in pigiama e pantofole. Lo stesso ha specificato di averlo cercato nei pressi dell’abitazione con i propri familiari senza alcun risultato.

Il Personale della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, ed in particolare della Stazione di Villa Verucchio, dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di San Leo, si è recato immediatamente sul luogo per svolgere le prime immediate ricerche in tutte le zone limitrofe all’abitazione però senza esito. Quindi, temendo per l’incolumità dell’anziano, in considerazione delle sue patologie, dell’orario notturno, dell’abbassamento della temperatura e di come era vestito, essendo un territorio vasto di campagna, si è provveduto ad attivare il piano di ricerca delle persone scomparse tramite la Prefettura di Rimini,  concordando l’invio sul luogo anche del personale dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Alpino.

Nel frattempo il personale della Compagnia Carabinieri di Novafeltria ha continuato ininterrotte le ricerche che dopo poco sortivano esito positivo. Ed infatti, i militari hanno rintracciato l’anziano, a circa un chilometro di distanza dalla sua residenza, nel giardino di un’altra abitazione, in stato confusionale ma complessivamente in buono stato di salute. L’uomo è stato quindi affidato ai familiari che l’accompagnavano presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale per i controlli del caso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.