Un appuntamento nato nel 2005 come saggio di Natale che, negli ultimi anni, è diventato un vero show del karate. E’ la festa più impegnativa e più attesa dell’anno, un evento che riunisce tutta la famiglia di allievi, genitori e amici del Budokan.

In questa edizione della festa, che si è svolta giovedì 19 dicembre presso la palestra delle scuole medie di San Mauro Pascoli, si è superato il record di partecipanti superando di gran lunga le 500 presenze degli ultimi due anni, 150 allievi in pedana e oltre 350 persone che hanno riempito le tribune e i due lati del palazzetto.

Dopo l’ingresso degli allievi delle palestre di San Mauro, San Vito e Sant’Angelo del Budokan, l’esibizione è iniziata con il saluto tradizionale e la spiegazione dei cinque fondamenti del karate: carattere, sincerità, costanza, rispetto e autocontrollo.

Ad aprire ufficialmente la manifestazione l’Assessore allo Sport di San Mauro Pascoli Tiziano Bianchini che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale e del Sindaco ringraziando i maestri per il lavoro svolto e complimentandosi con tutto il gruppo per i risultati raggiunti. Con l’assessore, attraverso diversi incontri, l’associazione sta già pianificando i progetti per i prossimi anni.

 

A seguire l’intervento di Claudio Campedelli, che oltre a salutare i presenti ha portato parole di grande affetto e stima verso i maestri Andrea, Daniele e Valentina. Segno di un rapporto che va oltre alla collaborazione fra associazione e sponsor ma che lega assieme persone, ideali e passioni. Claudio ha infine chiamato gli allievi cintura nera del Budokan i quali, rivolti verso la tribuna, hanno fatto un lungo applauso agli altri grandi protagonisti di questa grande crescita del gruppo: i genitori.

Nel corso della serata c’è stato anche l’intervento dei Genny Guida e Roberta Biondi, rappresentanti del Budofans San Mauro Pascoli, che hanno illustrato l’attività di supporto del gruppo nelle attività del Budokan e i progetti di utilità sociale conclusi e in corso, con particolare riferimento al progetto di raccolta tappi “Stappiamoci” che anno dopo anno aumenta di partecipazione anche da altre città di Italia.

Ad aprire le esibizione è toccato come sempre ai principianti, 50 bambini e adulti che hanno iniziato questo ottobre e che, con grande emozione, si sono ritrovati dopo pochi mesi ad esibirsi davanti a tantissima gente. La festa è proseguita con le esibizioni dei gruppi, dalla cintura gialla alla cintura marrone, e le esibizioni singole di bunkai (applicazione di kata), difesa personale, e Ju Kumite (combattimento libero).

Grande spettacolo con le cinture nere. Di effetto il kata in gruppo delle ragazze con Vera Guida al centro, dopo di che il kumite a coppie di tutto il gruppo. A seguire l’esibizione di difesa personale dell’istruttore Donato Lioce con l’aiuto istruttore Ilaria Poggioli, entrambi da quest’anno impegnati nel nuovo corso di karate a Sant’Angelo.

Le esibizioni si sono infine concluse sul tema del kata Unsu, con il maestro Andrea Silenzi che ha eseguito il kata e il maestro Daniele Arcangeli, con i due aiuto istruttori Nicolò Migliorini e Matteo Berardi che hanno dato vita ad una spettacolare dimostrazione di applicazione del kata contro due avversari.

Gran finale con l’arrivo di un simpaticissimo Babbo Natale che dopo essersi fatto travolgere dai bambini, e aver salutato il pubblico, ha regalato a tutti uno zainetto del Budokan.

I maestri hanno voluto esprimere i ringraziamenti ai propri allievi per questa bellissima serata attraverso questo messaggio:  “Grazie. Non abbiamo veramente parole per descrivere le emozioni di questa serata. Una palestra così piena non l’avevamo mai vista, è quanto di più bello ci possa essere per noi insegnanti. Non solo abbiamo allievi speciali ma anche genitori fantastici, il vostro calore e la vostra partecipazione ci ha fatto veramente emozionare.  Ci scusiamo se non siamo riusciti a ringraziare e salutare tutti alla fine della festa come avremmo voluto. Facciamo a tutti un forte abbraccio e vi auguriamo Buon Natale. Sotto l’albero mettete il foglio con i cinque fondamenti del karate: migliorare il carattere, essere sinceri, avere costanza, rispettare tutti e tutto ed acquisire l’autocontrollo. Rileggetelo e mettetelo in pratica assieme ai vostri figli, sarà il regalo più bello che potete fargli!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.