Richard Carapaz ha vinto l’edizione numero 102 del Giro d’Italia. Il ciclista ecuadoriano della Movistar, maglia rosa di leader della classifica generale dalla quattordicesima tappa, si è difeso nella frazione finale della corsa rosa, una cronometro individuale di 17 chilometri con partenza e arrivo a Verona, e si è aggiudicato il Trofeo Senza Fine.

Carapaz ha preceduto sul podio finale l’acclamato Vincenzo Nibali e Primoz Roglic, che ha scavalcato in extremis Mikel Landa, quarto. Il vincitore è scoppiato in lacrime dopo il traguardo: “E’ una sensazione unica, ancora non ci credo. E’ un sogno, ma anche la ricompensa a tutti i sacrifici ai quali mi sono dovuto sottoporre. Ancora non me ne rendo conto. Devo questo momento ai miei genitori, non sapevo che sarebbero venuti per festeggiarmi: la famiglia è la mia ragione di vita”.

Per lo Squalo Nibali è il sesto podio del giro d’Italia: due successi (2013 e 2016), due secondi posti (2011 e 2019) e due terzi posti (2010 e 2017). “Non ho alcun rimpianto – sono le sue parole -, tutti quanto abbiamo disputato un bel Giro d’Italia, che è stato molto combattuto. Ho avuto dei grandi rivali, Carapaz ha dimostrato di essere forte e di meritare. Tutti i leader ci siamo controllati stretti, marcati, soprattutto nella prima parte del Giro, poi non è stato semplice recuperare. Carapaz non ha rubato nulla, è stato fortissimo. Ha guadagnato tanto a Courmayeur”.

Il migliore scalatore (maglia azzurra) è Giulio Ciccone, il miglior giovane (maglia bianca) Miguel Angel Lopez. Pascal Ackermann si è aggiudicato invece la classifica a punti (maglia ciclamino).

La cronometro di Verona è stata vinta dallo statunitense Chad Haga (Sunweb) in 22″07. Haga ha preceduto i due corridori della Lotto, Victor Campenaerts e Thomas De Gendt, precedendoli rispettivamente di 4 e 6 secondi. Quarto tempo per Damiano Caruso in 22’16”.

Questa la top ten finale del Giro:
1. Richard Carapaz
2. Vincenzo Nibali a 1’05”
3. Primoz Roglic a 2’30”
4. Mikel Landa a 2’38”
5. Bauke Mollema a 5’43”
6. Rafal Majka a 6’56”
7. Miguel Angel Lopez a 7’26”
8. Simon Yates a 7’49”
9. Pavel Sivakov a 8’56”
10. Ilnur Zakarin a 12’14”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.