Il round di Imola del Campionato Mondiale SBK è entrato nel vivo con la disputa delle prime due sessione di prove cronometrate per le tre categorie, Superbike, Supersport e Supersport 300. Confermando il sempre grande appeal che il circuito dell’Enzo e Dino Ferrari esercita, sono stati già davvero in tanti gli appassionati presenti.

Come da pronostici, queste due prime sessioni hanno ribadito che sarà un duello Ducati – Kawasaki a infiammare il pubblico presente a Imola in questo emozionante quinto round. Il più veloce è stato Jonathan Rea, con il quattro volte campione del mondo che ha “sparato” un giro monstre all’ultimo secondo, che gli ha permesso di mettersi dietro la Ducati. Non quella però di Alvaro Bautista, che ha dimostrato di non aver assorbito ancora le difficoltà tecniche della pista; ma la Panigale V4 R di un grandissimo Chaz Davies, che a Imola è deciso a togliere lo zero dalla casella stagionale delle vittorie. Sette successi Rea, quattro Davies, al momento sono loro i favoriti per le gare anche se Bautista sarà sicuramente della partita. Al momento gli si è messo davanti anche Tom Sykes con la BMW ma l’inglese, tanto è bravo sul giro secco quanto soffre sulla lunga distanza, anche se la pista di Imola può aiutarlo a compensare il gap tecnico di potenza che ha la BMW nei confronti delle rivali.

Toprak Razgatlioglu

Sorpresa della giornata Toprak Razgatlioglu, autore del quinto crono davanti a piloti ufficiali ben più accreditati come quelli Yamaha Michael van der Mark e Alex Lowes, e il compagno di Rea, Leon Haslam. Quattro i piloti italiani in pista. Il migliore è stato la wild card Lorenzo Zanetti (Ducati), nono crono, davanti a Michael Ruben Rinaldi (Ducati) e a Marco Melandri (Yamaha), apparso ancora in difficoltà. Diciottesimo invece Alessandro Del Bianco (Honda). Infortunio per Eugene Laverty (Ducati), caduto al quarto giro della prima sessione, che ha riportato la frattura di entrambi i polsi.

Federico Caricasulo

Nel Mondiale Supersport è di Federico Caricasulo (Yamaha) la miglior prestazione, al termine di una giornata che ha visto la pattuglia italiana protagonista grazie anche all’ottimo quarto posto di Ayrton Badovini (Kawasaki). Caricasulo è stato anche vittima di una caduta alla Variante Alta, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Nelle prime dieci posizioni anche Massimo Roccoli (Yamaha) settimo, Raffaele De Rosa (MV Agusta) ottavo e Federico Fuligni (MV Agusta) decimo.

Marc Garcia

Dominio spagnolo invece nella Supersport 300. A far segnare il miglior tempo è stato Marc Garcia (Kawasaki), più veloce di quasi tre decimi del connazionale Mika Perez (Kawasaki). Bene gli italiani, con Bruno Ieraci (Kawasaki) quinto e Kevin Sabatucci (Yamaha) sesto.

Domani da non perdere la Superpole SBK alle ore 11 e gara 1 SBK alle 14, che sarà preceduta da un’esibizione delle moto elettriche progettate e costruite dagli studenti delle Università di Bologna e Modena-Reggio Emila.

(Gallery:  gianni@fotoolimpia.it )

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.