Per i gambettolesi la biblioteca comunale di Gambettola continua ad essere un buon punto di riferimento per la comunità. Lo attestano i dati rilasciati il mese scorso sulle statistiche relative al servizio biblioteca nell’anno 2019: dai quasi 8mila prestiti di libri (7809 precisamente), fino al nuovo numero di utenti iscritti nel 2019, che ammontano a 230. La Biblioteca di Gambettola stima un’utenza di 4732 iscritti, tra utenti storici e nuovi arrivati: a partire dai più piccoli (fascia 0-5 anni) fino agli over 60,  riesce ad offrire un servizio per tutte le fasce di cittadini.  Tra gli utenti attivi è però la fascia degli adulti a riscontrare il dato più alto, cioè quella tra i 41 e i 60 anni, ossia ben 238. Si attestano su dati altrettanto buoni le fasce dei ragazzi delle scuole medie tra gli 11 e i 14 anni e gli studenti delle scuole secondarie ed universitari. L’utente più assidua in assoluto è donna con 146 prestiti richiesti e, curiosità, i due libri maggiormente richiesti sono: “La lettera d’amore” di Riley (ed. Giunti, 2018) e, a stretto giro, Gianrico Carofiglio con “Le tre del mattino”, Einaudi, 2017.

Oltre ai servizi di prestito bibliotecario e interbibliotecario, la biblioteca comunale di Gambettola offre al pubblico altre  opportunità: tre postazioni informatiche fisse con connessione internet, il servizio wi-fi gratuito, la consultazione di quotidiani, periodici e rassegna stampa e, vero e proprio “fiore all’occhiello”, la sala studio che  registra tra le 10  e le 15 presenze giornaliere – con punte di 25/30 in alcuni periodi dell’anno – frequentata dagli studenti universitari e delle scuole superiori.

“La nostra biblioteca è davvero un presidio importante e un luogo-bene comune a disposizione della comunità non solo per i servizi che offre, ma anche per le opportunità di socializzazione e accoglienza – commenta l’assessore alla cultura Serena Zavalloni – i dati ci dimostrano, e lo vediamo tutti i giorni, che ci sono molte ragioni per cui i cittadini frequentano la biblioteca. Ora vogliamo sostenere in particolare i momenti di incontro e condivisione con attività di promozione della lettura e di incontri con gli autori e favorire in particolare l’aumento delle fasce dei più piccoli lettori, ossia le fasce 0-5 e 6-10 anni, che saranno i lettori di domani, per stimolare già nelle giovani generazioni l’importanza della lettura e abituarli a questo luogo speciale. Per esempio, in collaborazione con la biblioteca di Savignano sul Rubicone, la biblioteca di Gambettola promuoverà nel mese di marzo il corso gratuito “Nati per Leggere” rivolto ai genitori dei bimbi 0-6 anni per stimolare la lettura condivisa e rafforzare le relazioni; mentre a breve partirà il laboratorio “Letture in biblioteca”, tenuto da Giuseppe Viroli e organizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Gambettola, che coinvolgerà circa 250 ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di I grado.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.