È morta oggi a soli 40 anni la ‘Iena’ Nadia Toffa a cui, nel dicembre 2017, era stato diagnosticato un tumore. L’annuncio è arrivato dai profili social de Le Iene, la trasmissione televisiva che l’ha resa famosa. “Niente per noi sarà più come prima”, si legge nel lungo post. «Qualcuno – è stato scritto – potrebbe pensare che hai perso, ma chi ha vissuto come te, non perde mai. Hai combattuto a testa alta col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi. D’altronde nella vita hai lottato sempre. Hai lottato anche quando sei arrivata da noi, e forse é per questo che ci hai conquistati da subito. È stato un colpo di fulmine con te, Toffa»

Il suo ultimo post risale al primo luglio, quando ha pubblicato una foto sorridente con il suo cane: “Io e Totò unite contro l’afa”, scriveva, “E dalle vostre parti come va? Vi bacio tutti tutti tutti”.

Il debutto nella tv locale
Nata a Brescia nel 1979, dopo il liceo classico si è laureata in Lettere. Ha debuttato in televisione a 23 anni a Telesanterno, una emittente locale, dove ha lavorato per quattro anni. Dieci anni fa è diventata un’inviata de Le Iene. Si è occupata di temi complessi come le presunte truffe delle farmacie ai danni del sistema sanitario, la diffusione delle sale slot machine (sulla ludopatia ha anche scritto un libro, Quando il gioco si fa duro), lo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania per mano della camorra, il tasso di tumori in aumento tra Napoli, Caserta e Crotone.

Nel 2015 ha condotto Open Space, talk show ideato dai produttori de Le Iene. L’anno successivo, sempre a Le Iene, ha affiancato Pif e Geppi Cucciari, e poi Matteo Viviani, Andrea Agresti, Paolo Calabresi e Giulio Golia.

Il malore
Nadia è stata colpita da un malore il 2 dicembre 2017, durante un servizio a Trieste, e si è allontanata temporaneamente dal suo lavoro. L’11 febbraio 2018, tornata alle Iene con Nicola Savino, ha rivelato di avere un tumore. Il 13 ottobre 2018, al programma televisivo Verissimo, ha annunciato che il tumore era tornato nel marzo dello stesso anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.