Forza Italia esprime forte preoccupazione per l’interruzione notturna del servizio di Guardia medica sostituito solo da un consulto telefonico. Una scelta inspiegabile che produrrà un aumento di accessi nelle strutture ospedaliere in questo momento di grave pandemia e gravissime conseguenze sulla tenuta del 118 e del pronto soccorso.

Così si esprimono, Mirco Monti, Mauro, Raffaella, Rodolfo Ridolfi e Cristiano Talenti consiglieri Comunali a Palazzuolo Sul Senio, Marradi e nell’Unione dei Comuni Montani del Mugello -Alto Mugello  che hanno presentato mozioni ed ordini del giorno  per chiedere, che di fronte a questo taglio del servizio della guardia medica (dalle 24 alle 8 di ogni giorno) le amministrazioni comunali toscane ed i sindaci debbano immediatamente attivarsi per chiedere che il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ritiri l’ordinanza n. 107 che prevede l’interruzione del servizio notturno della guardia medica lasciando interi territori, senza la risposta assistenziale della Guardia Medica così importante nei comuni del Mugello e della Romagna Toscana.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.