La  Guardia di Finanza di Ravenna, durante un controllo  nell’area portuale, ha sorpreso tre uomini che si erano introdotti nella Pialassa della Baiona ed avevano raccolto abusivamente circa 150 kg di vongole. Si tratta di pescatori di frodo, tutti italiani provenienti dal comacchiese, stavano utilizzando una piccola barca a remi per spostarsi all’interno di una zona in cui l’attività di raccolta di molluschi è vietata e, alla vista della pattuglia, hanno tentato invano di darsi alla fuga. Nelle vicinanze i militari hanno trovato le attrezzature da pesca e le mute professionali. Il prodotto pescato è stato rimesso in mare, su parere del veterinario dell’Ausl, mentre la barca e le attrezzature sono state sottoposte a sequestro. I tre responsabili sono stati denunciati a piede libero per bracconaggio ittico, sanzionato con l’arresto da due mesi a due anni o l’ammenda da 2.000 a 12.000 euro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.