Nel pomeriggio di domenica 18 ottobre, delle persone hanno rinvenuto uno zainetto nell’area adiacente alla fortezza della Rocca di San Leo (RN). Subito hanno pensato che lo zainetto fosse stato dimenticato da qualcuno, ma poi, visto che in zona non c’erano altre persone hanno deciso di chiamare i Carabinieri.

Sul posto si sono recati i militari della locale stazione di San Leo che immediatamente hanno predisposto degli accertamenti. Nell’attesa di avere le prime risposte i Carabinieri decidono, per scrupolo, di far bonificare la zona molto impervia, caratterizzata da una fitta vegetazione e da pietraie, posta alla base della Rocca. Sono circa le 19.30 quando viene attivato il Soccorso Alpino e Speleologico, stazione Monte Falco, che invia sul posto la squadra della Val Marecchia composta dai tecnici e anche da un medico, per fare la bonifica richiesta. Gli operatori del CNSAS iniziano a farsi strada tra la fittissima vegetazione puntando verso la base della parete rocciosa. Intorno alle 20.30, viene ritrovato il corpo senza vita di un uomo che riportava importanti traumatismi compatibili con una caduta dall’alto. I militari hanno informato il Pubblico Ministero di turno che ha inviato sul posto il consulente medico legale da Rimini, che ne ha costatato il decesso. La salma, dopo aver ricevuto il nulla osta è stata recuperata e affidata all’agenzia di pompe funebri. Si tratta di un uomo di 32 anni residente a Malalbergo provincia di Bologna.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.