L’harakiri mattutino sfoderato (in partenza) della Ferrari in quel di Suzuka? Nulla rispetto a quanto consumatosi questo pomeriggio al Manuzzi.
PERMALOSONI – Al cospetto dei bianconeri si presentava oggi una delle squadre più in forma del campionato? Una Sambenedettese reduce da 5 risultati utili consecutivi? E chissenefrega! Visto che Modesto, lo diciamo chiaro e tondo (anche se in casa bianconera, questo lo so per certo, ci sono diversi ‘permalosoni’ che non accettano ogni minima critica…), ha sbagliato completamente la formazione iniziale. Affidandosi anche a un Ciofi palesemente fuori ruolo, a un Giraudo semplicemente impresentabile e al solito raccomandatissimo (ed intoccabile) Franco.
REFERENDUM – Primo tempo cannato di brutto, dunque. Poi è arrivato l’illusorio gol di Borello che ha tenuto per un po’ viva la speranza di rimonta. Infine, al 33’ della ripresa, dopo l’ennesima ‘maronata’ difensiva dei bianconeri, ci ha pensato Miceli con quel sontuoso colpo di testa a chiudere i giochi. A far impazzire di gioia quegli straordinari 1000 cuori rossoblù. A far incazzare di brutto tutta l’altra (attapiratissima) parte del Manuzzi.  Manuzzi che ora, oltre a chiedere più cattiveria in campo, chiede anche il Conte titolare (ma per avere dal 1′ De Feudis, a cui oggi è stato dato un ‘contentino’, bisogna forse indire un referendum????????) e il ritorno di Valeri (che è un capitale del Cavalluccio e che, anche con le stampelle, è meglio di Giraudo).
UN AIUTINO – Piange dunque sempre di più questo boccheggiante (e triste) Cesena, alle prese con la sua prima mini-crisi stagionale: la band bianconera, già reduce dal ko di Vicenza, nelle ultime quattro gare ha raccolto la miseria di tre punticini. Piangono i tifosi, che adesso in vista del derby col Rimini di domenica prossima (a proposito: al Neri è vietato fare altre figuracce!), devono sperare (anche) nel pieno recupero di Ricci. Nella conferma di Ciofi, Butic  e Zerbin (che oggi, loro sì, mi sono piaciuti). E magari pure in un robusto aiutino dalla Madonna delle…palle inattive. Cesena Modesto? Più che altro Cesena…Modestissimo. Non solo per colpa del mister, si intende.
Ps: ma si può dire Cesena Modestissimo? Oppure qualcuno si arrabbia? No, ditemelo subito se non si può dire: perchè sennò scrivo ‘solo’ Cesena Bruttino…
Flavio Bertozzi
 
 
CESENA-SAMBENEDETTESE 1-3
CESENA (3-4-3): Agliardi 5,5; Maddaloni 5 (1’ st Zerbin 6,5) Brignani 5 Sabato 5 (24’ st Brunetti 5); Ciofi 6,5 Franco 5 Valencia 4,5 (31’ st De Feudis sv) Giraudo 4; Borello 5,5 Butic 6,5 (30’ st Sarao sv) Zecca 5. A disp.: Marson, Stefanelli, Valeri, Capellini, Rosaia, Pantaleoni. All.: Modesto 4.
SAMBENEDETTESE (4-3-3): Santurro 5,5; Rapisarda 7 Miceli 7 Di Pasquale 6,5 Gemignani 6; Rocchi 6,5 (42’ st Biondi sv) Angiulli 7,5 Frediani 6 (42’ st Trillò sv); Volpicelli 6,5 (27’ st Orlando sv) Cernigoi 6,5 Di Massimo 6,5 (12’ st Gelonese 6). A disp.: Raccichini, Fusco, Zaffagnini, Bove, Piredda, Carillo, Garofalo, Panaioli. All.: Montero 8.
ARBITRO: Colombo di Como 6.
MARCATORI: 24’ pt Rapisarda (S), 29’ pt Angiulli (S), 17’ st Borello (C), 33’ st Miceli (S).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.