La famiglia Trevisani ha deciso di aderire alla manovra di rafforzamento varata dal consiglio d’amministrazione di Trevi, il gruppo di ingegneria di Cesena specializzato in grandi opere del sottosuolo su cui pesano debiti per 700 milioni di euro. Lo rende noto la società al termine della riunione del cda che ha “valutato positivamente l’iniziativa”.

La famiglia Trevisani, in proprio e nella qualità di azionisti indiretti del socio Trevi Holding (Thse), ha presentato “un’ipotesi di adesione agli accordi sottoscritti il 5 agosto scorso – è scritto nella nota – per la realizzazione della manovra finanziaria, nonché di risoluzione dei contrasti e delle controversie giudiziarie nel frattempo insorte, subordinatamente all’accettazione di alcune condizioni e previa assunzione adozione o rilascio di ogni determinazione, atto o autorizzazione necessari a renderle legittime nel contesto della procedura di concordato preventivo di Thse”.

Dopo l’annuncio, il titolo Trevi guadagna in Borsa il 5%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.