Altri due punti gettati alle ortiche. Anzi, nel cesso. Perché una squadra che vuole vincere il campionato, una gara così, la deve vincere. Stop.
NESSUN SBADIGLIO – Subito una costatazione, facile facile: gran bella partita, quella andata in scena oggi sul (pessimo, ancora una volta) terreno di gioco dello Stadio dei Marmi. Davvero, gran bella partita quella tra Carrarese e Cesena: una valanga di occasioni da gol (quasi sempre di marca – sigh – bianconera), vagonate di ardore agonistico, zero momenti di pausa. Zero sbadigli, dunque. Ma, almeno sul fronte romagnolo, secchiate di rimpianti. Perché il Cesena, prima ma soprattutto dopo aver rotto il ghiaccio con bomber Corazza (13esimo gol stagionale) al 43’, ha ‘ciccato’ innumerevoli occasioni da rete (vero ‘carissimo’ Ferrante? Vero Zecca? Vero…Joker?). Subendo poi il gol del definitivo 1-1 al 42’ della ripresa, ad opera del neo-entrato D’Auria. Quando già il Popolo Bianconero stava già pregustando il sapore della vittoria.
ORA IL MERCATO – La sfida a distanza con la Reggiana (sudata vittoria a Lucca per 1-0; ora a +5) e con il Gubbio (ko a Montevarchi per 2-1; ora a +1) continua. Le chances di andare su direttamente restano (quasi) immutate. Più che mai. Ma è chiaro che in casa bianconera non si passerà un gran bel Natale. Sono queste le partite che ‘segnano’ la differenza tra una squadra normale e una squadra speciale. A Carrara, per l’ennesima volta in questa stagione, il Cesena non è riuscito ad essere sufficientemente cinico sottorete. Male diversi bianconeri, oggi in Toscana. Il disastroso Ferrante su tutti. Male anche…Toscano. Che con i suoi cambi non proprio azzeccatissimi ha dato una mano ai padroni di casa. Si riprenderà l’8 gennaio, col Rimini. Ed ora sotto col mercato: questo Cesena, per puntare davvero in alto, ha bisogno di (almeno) due innesti di valore. Ah, a proposito. Domandina: uno tra D’Errico (Bari) e Mosti (Modena) lo vedremo già nel Derby alla ripresa? Speriamo.
Flavio Bertozzi
CARRARESE-CESENA 1-1
CARRARESE (3-5-2): Satalino 5,5; Pelagatti 5,5, D’Ambrosio 5,5, Marino 6 (41’st D’Auria 6,5); Grassini 6,5, Della Latt 6,5, Mercati 5,5 (17′ st Schiavi 6,5), Bozhanaj 7, Cicconi 6,5; Energe 6,5 (36′ st Plescia 6), Capello 6. A disp.: Rovida, Gatti, Tronchetti, Cerretelli, Coccia, Folino, Samele. All.: Dal Canto 6.
CESENA (3-4-1-2): Tozzo 6,5; Ciofi 6, Prestia 6, Mercadante 6; Zecca 5,5 (34′ st Celiento 5,5), Brambilla 6, Bianchi 6 (21′ st Francesconi 6), Calderoni 5,5; Saber 6 (8’st Bumbu 5); Ferrante 4,5 (34′ st Udoh sv), Corazza 6,5 (21′ st S. Shpendi 5). A disp.: Minelli, Lewis, Kontek, Coccolo, Albertini, Adamo, De Rose, Chiarello, C. Shpendi. All.: Toscano 5,5.
ARBITRO: Bonacina di Bergamo 6.
RETI: 43′ pt Corazza, 42′ st D’Auria
NOTE: spettatori 600 circa. Ammoniti Mercati, Saber, Toscano, Bozhanaj.
”Conad”/
Previous articleRIVALUTAZIONI DELLE PENSIONI PER IL 2023
Next articleBologna. Accoltella la moglie e scappa: lei è grave, fermato dalla polizia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.