La protesta è partita piano sui social, poi via via è diventata più imponente. Nei vari gruppi Facebook delle città sulla Costa romagnola c’è sempre chi si lamenta dei troppi elicotteri che volano bassi sopra le spiagge dei lidi di Ravenna, Cervia, Cesenatico fino a Rimini. E in questi giorni è un continuo sorvolo di elicotteri di ogni tipo. E sulle spiagge il disappunto aumenta in proporzione all’aumento del traffico in cielo.

Gli elicotteri passano tenendo una rotta disegnata quasi dove finisce il mare e per i turisti diventa molto fastidioso. Sicuramente è più bello il panorama per gli occupanti in volo, ma non per chi si trova a terra. Non ne passano uno o due, ma ormai il traffico è in continuo aumento. La frequenza dei viaggi è aumentata in maniera notevole e stare in spiaggia sembra quasi di avere l’acufene, la snervante malattia che fa sentire un fischio. Ieri poi una piccola flotta composta di almeno sei velivoli ha fatto pensare a una scena di guerra. Immaginate il rumore sotto gli ombrelloni.

ll rumore degli elicotteri, per grandissima parte, arriva dal flusso di aria che il rotore di testa “spara” sulla cellula (il corpo) e sulla coda dell’elicottero, per tenersi su e per spingersi in tutte le direzioni. Grandissima parte degli elicotteri ha il rotore di coda che sta sotto il “circolo” del rotore di testa: il flusso d’aria viene “spezzato” continuamente in quel punto. È anzitutto lì il rumore. Un rumore che ultimamente sta disturbando parecchio e i vacanzieri, ma anche gli operatori turistici lo fanno notare e si sente più spesso dire: “ma proprio sopra alla spiaggia devono passare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.